Manifesto
Compagnia dei Bambini e dei Ragazzi

Missione: educare i giovani al rapporto profondo con la natura, minimizzando l’organizzazione e il comfort, per evitare il senso di protezione e di “bambagia” in cui i giovani sono sempre protetti.
Far vivere un’esperienza di libertà, in cui si impara a stare in lentezza, riappropriandosi del ritmo naturale (anche solo quello della luce, del sole della mattina che scalda, della fame).
Il riferimento è al “viaggio dell’eroe”: superare prove per crescere e aumentare l’autostima, darsi un obiettivo e costruire passo passo cosa ci sta in mezzo, lasciando la sorpresa della scoperta e degli imprevisti, facendo vivere l’esperienza dell’eroe.

Parole chiave: avventura, selvaticità, libertà, esplorazione, sane relazioni, bushcraft, resilienza, condivisione, land art, wilderness.

Cosa si fa quando non si cammina? La guida coinvolge i giovani (e gli eventuali genitori) in esperienze vissute, facendosi esempio. La guida non spiega la Natura, ma si rende esempio di osservazione e contemplazione, e lo fa insieme al gruppo. Raccogliamo sassi, ghiande, piume... Mettiamo due sassi a un albero per fargli gli occhi. Mettiamo i sassi in equilibrio sul letto di un torrente. Ci facciamo mediatori della magia della Natura e del selvatico, e lo facciamo insieme ai bambini, che sono sicuramente più bravi di noi, basta riaprirgli la via. Senza essere pedanti, accendere un fuoco, camminare scalzi, costruire una capanna o montare una tarp, salire un pendio ripido, tuffarsi in un torrente, guardare le forme delle nuvole o cosa fanno le formiche, giocare nel fango, la guida si fa esempio da seguire. Facciamo land art, con approccio sempre esplorativo, sempre esperienziale, sempre teso a stimolare la curiosità.

L’attenzione al cibo, il più possibile sano, locale e biologico, è parte integrante dell’esperienza della Compagnia dei Bambini e dei Ragazzi (GufoGigi e WildFox).

Nei viaggi in compagnia degli asini, lavoriamo molto sulla relazione con l’animale, che è compagno e non strumento (anche se porta i bagagli) e che ci fa da specchio, in una relazione paritetica. L’asino ci conduce a vedere ed esplorare il mondo con occhi diversi.

Strumenti: viaggi a piedi itineranti da 3 a 7 giorni.

Modalità (distinte per fasce di età e per presenza o meno dei genitori):

GufoGigi.

4-6 anni (sempre con genitori):
itinerante con trasporto bagagli (asini, auto), appoggio a strutture spartane o tenda

6-11 anni (con o senza genitori):
itinerante con o senza trasporto bagagli (asini, auto), appoggio a strutture spartane o tenda

 
WildFox.

11-13 anni (senza genitori):
itinerante con o senza trasporto bagagli (asini), appoggio a strutture spartane o tenda o tarp o all’aperto senza tenda

14-17 anni (senza genitori):
itinerante, con zaino in spalla, selvatico, in tenda o tarp o all’aperto senza tenda

Materiali richiesti: nei viaggi in cui serve il trasporto sulle spalle, saranno necessari materiali ultraleggeri, per esempio tarp e tende leggere; in ogni caso l’esperienza ci ha mostrato che i viaggi senza trasporto bagagli sono del tutto fattibili e anzi, con un grande valore aggiunto per i ragazzi! I genitori riceveranno comunque tutti i consigli utili per l’attrezzatura.

Fanno parte del progetto: Luca Gianotti, Fabiana Mapelli, Anita Costantini, Matteo Casula, Daniele Moschini, Mauro Agliata, Mara Battilana, Igor Grigis, Winki

Tre bambini con maglietta Gufo Gigi

 

Dicono di noi

Ciao Elisa e Mattia.
Sono la mamma di Davide... vi ringrazio infinitamente per questa stupenda esperienza! Non ho avuto il piacere di conoscervi perché ho approfittato del passaggio di amici.
Ci voleva proprio un viaggio così... con i piedi e con l’anima!
Un saluto ed un grazie di cuore anche per le fotografie ed i resoconti giornalieri.
Elisabetta e Maurizio
Agosto 2021

Sono appena tornata dal cammino di 83 km che portava da Monte Monaco (monti Sillini - Marche) al mare...

Iris

Feedback di Emma dalla tribù della Luna e del Sasso

Grazie Daniele da parte mia e di Fabrizia, siete stati fantastici e siamo convinti che esperienze come questa vissuta da Cecilia e dai sui compagni di viaggio siano formative e aiutino a crescere. Chissà magari l’anno prossimo chiederà di rifarla. Ringrazia anche tutti i tuoi collaboratori e soprattutto gli asini... Grazie ancora,
Massimiliano
Agosto 2021

Daniele buongiorno, volevo ringraziare te e gli altri che con allegria avete accompagnato i ragazzi in questa avventura faticosa, ma formativa. Seppur fosse quasi mezzanotte, ieri sera Daniele Jr non smetteva di raccontare e dalle sue parole traspariva l’euforia magica di questi giorni.
Un "caloroso" saluto.
Floriana
Agosto 2021